Dorothy Gray

Salone satellite 2005

Gli oggetti Dorothy Gray si incastrano nel quotidiano di chi li usa interagendo con le abitudini e i piccoli momenti di ogni giorno.
L'obiettivo è di stimolare una percezione dell'oggetto come vivo e persistente, in contrapposizione all'oggetto standard di consumo automatico e basso livello di coscienza. Un dolce fastidio in controfase con l'automatismo, o un ironica iperbole; la sovrastimolazione o la neutralizzazione di uno dei cinque sensi, sono molti i mezzi utilizzati per creare questo processo di trasformazione dell'oggetto in qualcosa di vivo.
Lo stand presentato al Salone Satellite in occasione della Settimana del Design a Milano ha ricevuto l'Audience Award, premio del pubblico.